©2023 Sarabanda Associazione Culturale.

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA “East 90’s” IN 35 MM

A cura di Laboratorio Probabile Bellamy

TIQU – RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

“East 90’s” IN 35 MM 

La nuova rassegna di cinema in pellicola al Tiqu 
A cura di Ass. Laboratorio Probabile Bellamy

In collaborazione con Ass. Sarabanda IS e TIQU // Teatro Internazionale di Quartiere.

L’associazione Laboratorio Probabile Bellamy ritorna in teatro, in collaborazione con Sarabanda e TIQU // Teatro Internazionale di Quartiere (Piazzetta Cambiaso 1) con il cinema in pellicola e gli appuntamenti speciali dedicati ai professionisti dell’audiovisivo.

Il cinema orientale degli anni Novanta al centro di “East 90’s”, la nuova rassegna in pellicola al Tiqu.
L’associazione Laboratorio Probabile Bellamy torna a organizzare una nuova rassegna di cinema in pellicola: protagonista dei prossimi appuntamenti previsti al Tiqu – Teatro Internazionale di Quartiere gestito dall’Associazione Sarabanda sarà la cinematografia orientale, in particolare quella che negli anni Novanta ha imperversato nei festival occidentali e si è accaparrata i riconoscimenti più prestigiosi. La Cina e il Giappone, ma anche la Corea e l’Iran sono i protagonisti di un decennio favoloso e già lontano.

La rassegna parte lunedì 24 ottobre con Taipei Story (1985), di Edward Yang, in cui una crisi di coppia è il pretesto per raccontare una città sempre più urbanizzata, i cui sorgono grattacieli tutti uguali in nome di una appena riconquistata indipendenza di Taiwan. Si tratta però di una rivoluzione ipocrita, che rincorre modelli americani o giapponesi irraggiungibili e fallaci.

Tutte le proiezioni iniziano alle ore 21, l’ingresso avviene con tessera dell’associazione.
La prenotazione è gradita e consigliata via email su info@laboratoriobellamy.it

/////////////////////////////////////////////////////////////////////

Si prosegue venerdì 4 novembre con il capolavoro di Zhang Yimou, Lanterne Rosse (1991): tra le quattro mogli di un ricco signore si innesca una guerra psicologica fatta di rivalità e gelosia, che svela un paese – la Cina degli anni ’20 – ancora saldamente arroccata sulle proprie tradizioni e su un rigidissimo codice di comportamento. Il film fu premiato con il Leone d’Argento al Festival di Venezia del ’91.

/////////////////////////////////////////////////////////////////////

Lunedì 7 novembre tocca a Sonatine (1993) di Takeshi Kitano, uno dei registi più poliedrici e versatili che esistano, qui anche protagonista nei panni di Murakawa: lo spietato boss della Yakuza ormai sul viale del
tramonto commuove e diverte, in un grande affresco sulla vita e sulla violenza.

/////////////////////////////////////////////////////////////////////

Lunedì 14 novembre sarà la volta di Chungking Express (1994) di Wong Kar Wai, dramma sentimentale in cui due storie si intrecciano sullo sfondo di una Hong Kong notturna, spesso piovosa e anonima, composta quasi esclusivamente da non luoghi in cui gli esseri umani sembrano muoversi come automi.

/////////////////////////////////////////////////////////////////////

Lunedì 21 novembre si chiude in bellezza con Il sapore della ciliegia (1997) del maestro Abbas Kiarostami: il racconto poetico e lirico di un uomo che, cercando di porre fine alla sua vita, ne riscoprirà il sapore, è valso al regista di spicco della New Wave iraniana la Palma d’Oro al 50°Festival di Cannes.

Tutte le proiezioni iniziano alle ore 21, l’ingresso avviene con tessera dell’associazione.
La prenotazione è gradita e consigliata via email su info@laboratoriobellamy.it

/////////////////////////////////////////////////////////////////////

AD ARRICCHIRE LA RASSEGNA DUE SERATE SPECIALI:

>> Venerdì 25 novembre, H 18,30 e H 20,30.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si proporrà una proiezione in cui la protagonista sarà la regista iraniana Firouzeh Khosrovani e lo splendido documentario sul suo universo familiare Radiograph of a family.

Il suo ultimo film, qui presentato, sarà introdotto da un precedente lavoro video, Rough Cut, del 2007, che, attraverso le immagini dei manichini esposti nei negozi, illustra sapientemente la concezione del corpo femminile dalla Rivoluzione Islamica fino ad oggi.

Firouzeh Khosrovani nasce a Teheran e studia in Italia all’Accademia di Brera. Incarcerata dal regime iraniano per essersi esposta durante le recenti proteste scoppiate nel suo paese è attualmente agli arresti domiciliari.

A seguire le proiezioni (18.30 e 21.00) vi sarà un incontro con alcune esponenti della comunità iraniana di Genova.

>> Lunedì 28 novembre, H 21,00.

Nell’ambito del Festival Internazionale del Doppiaggio “Voci nell’Ombra”, proiezione del film Nido di vipere, thriller pulp del Sud-Coreano Kim Yong-hoon uscito nel 2022 in Italia e già diventato culto.

La proiezione sarà anticipata da un incontro con il cast che ne ha curato il doppiaggio.

Le copie in pellicola provengono dalla Lab80 di Bergamo e dalla Cineteca Italiana di Milano.

L’ingresso avviene con tessera dell’associazione.
La prenotazione è gradita e consigliata via email su info@laboratoriobellamy.it