©2024 Sarabanda Associazione Culturale.

ACCORDAGE

Ismail Erahhali (Marocco)

RASSEGNA CIRCUS ZONE – V Edizione 2024

Domenica 19 Maggio 2024

> Sabato 13 Aprile 2024 (DATA RIMANDATA)

H 10.00/13.00 > Laboratorio per adulti
Palestra Fratelli Tutti, Piazza della Lepre

H 20.00 > Spettacolo ACCORDAGE

Di e con: Ismail Erahhali

EVENTO GRATUITO

Con il supporto della Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

LABORATORIO

H 10.00/13.00 > a cura di Ismail Erahhali (per adulti)
In collaborazione con CreaCafé

Un’esplorazione approfondita dell’espressione artistica attraverso il movimento, l’isolamento corporeo, la voce e la clownerie. Concentrandosi sul movimento, i partecipanti scopriranno come il loro corpo può raccontare storie, comunicare emozioni e stabilire la consapevolezza del corpo nello spazio.

L’accento è posto anche sull’isolamento di parti del corpo per sviluppare un lavoro corporeo più profondo. Gli esercizi vocali mirano ad arricchire le pratiche artistiche con la creazione di suoni in movimento e la coordinazione voce-corpo.

Infine, i partecipanti avranno l’opportunità di esplorare l’arte del clown attraverso il fallimento, il gioco spontaneo e l’urgenza del momento presente.

MASSIMO 15 PERSONE
Quota di partecipazione: 10€
Per iscrizioni: comunicazione@sarabanda-associazione.it

——————————————————————–

SPETTACOLO

H 20.00 > Spettacolo

ACCORDAGE

Di e con: Ismail Erahhali

Tutto è pronto per il concerto. La chitarra è intonata, ma il chitarrista non è intonato né con la sua chitarra né con se stesso…
“Alla ricerca dell’armonia, ma in contrasto con se stesso. Sbaglia tutto e si perde nella sua infinita goffaggine. Silenzioso, eppure canta, anche in amazigh e darija. Un musicista eccentrico che usa un tappo di plastica come plettro e una collana belga come capotasto. I suoi gesti maldestri sono note di una partitura visiva, così come gli accordi della chitarra convergono in un’unica armonia. Accordage è una celebrazione dell’inaspettato. È una metafora, una danza, un concerto che si destreggia tra umorismo e catastrofismo”.

Ismail racconta:

“Sono stato guidato dalla nozione di accordatura, considerando l’atto di regolare uno strumento musicale per ottenere le note desiderate come una potente metafora. Questa idea illustra la costante ricerca dell’armonia nella storia. Proprio come un musicista accorda il suo strumento, il mio personaggio clown cerca l’armonia, ma il suo perenne disaccordo con se stesso crea una situazione comica. Ho lavorato in particolare sul clown muto, enfatizzando il suo linguaggio del corpo ed esplorando la sua reazione al costante fallimento, oscillando tra goffaggine e disordine poetico.

Per quanto riguarda la scenografia, ho scelto di utilizzare un collare belga come capotasto e un berretto di plastica come plettro. Ora il mio clown non solo suona la musica ma canta anche, imitando a modo suo i suoi cantanti preferiti. La traduzione della canzone “This Is It” di Michael Jackson in Amazigh e Darija (arabo marocchino) aggiunge una dimensione culturale, stabilendo un legame più profondo con le mie radici e la mia identità.”

Di e con: Ismail Erahhali
Sguardo da clown: Francesco Albiero
Referente giocoleria: Bader El Laouaz

Tout public

Durata: 20 min

EVENTO GRATUITO

Con il supporto della Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea